Markantun de Dominis - teologo e fisico, ammirato da Newton e Goethe 
2010 UNESCO anno di Marco Antonio de Dominis 
450 anniversario della nascita di Marko Antun de Dominis filosofo e scienziato (1560-1624)

Marco Antonio de Dominis ( croato Markantun de Dominis) ? nato nel 1560 (data esatta non ? noto), sull'isola di Rab (Arbe latino). Suo padre Jerko de  Dominis ha ricevuto il suo dottorato in giurisprudenza a Padova e ha lavorato come avvocato in Venezia. Marco Antonio ha dimostrato entusiasmo e precoce talento per l'apprendimento e ? stata trasmessa al Collegio dei Gesuiti Illyricum a Loreto, dove ? entrato ain ordine Gesuiti. Successivamente, ha lasciato l'ordine (e, in definitiva, ? diventato un apostata), ma prima  ha completato l'intera formazione. Ha studiato successivamente a Verona e nel 1588 ? andato a Padova per insegnare matematica. Ha trascorso due anno di successo a Padova, dove le sue conferenze attirato un gran numero di studenti. Dopo la chiusura del collegio dei gesuiti a Padova, ? andato Dominis a Brescia, dove ha insegnato la retorica, la logica e la filosofia. E 'stato il suo lavoro a Padova, tuttavia, che ha fatto la sua reputazione in questa fase.
 

Alcune delle sue ricerche nel campo della fisica, e in particolare ottica che ? stata pubblicata nel 1611 ( "Tractatus de radiis visus et Lucis in vitris, perspectivis et iride"), ha vinto un gran successo ed ? stato poi elogiato da Newton.1600, gi? vescovo, ? stato promosso al Dottore di Teologia di Padova University.1596 egli ? stato, imperiale di influenza attraverso l'imperatore Rudolf II ha nominato Vescovo di Zengg (Segna, Seng, Senj) e Modrus in Dalmazia (Aug., 1600) e trasferito (Nov., 1602) alla Mostra arcivescovile di Spalato (Split). De Dominis ? stato nominato Arcivescovo di specifica richiesta da parte del capo e di Spalato ? stata pi? entusiasmo ci ha ricevuto, essendo il primo della Dalmazia per tenere il posto, dopo quasi 200 anni di dominazione veneziana. Il suo lavoro ha cominciato a Spalato, ma  gli ultimi anni del suo tempo ci sono stati riempiti con liti e conflitti con il proprio clero e in particolare con il vescovo di Trogir, con la quale era  significa condividere una parte del suo reddito.
 


pallazzo natale
La cosa ci? ha portato de Dominis alla ribalta dell'opinione pubblica europea ? stato il suo il suo coinvolgimento nel conflitto tra Roma e la Repubblica di Venezia, che scoppi? nel 1606 a causa di 
 il Papa il tentativo di collocare la sua autorit? al di sopra della legge. Egli si schiera con Venezia, nel cui territorio ? situato. 

      Tale circostanza, unita ad una corrispondenza con Fra Paolo Sarpi e conflitti con i suoi colleghi vescovi, clero e culminato con la perdita di un importante caso finanziario nella Curia Romana. Tutto ci? che ha portato  per le sue dimissioni a favore di un parente cos? 1615 ha finalmente lasciare Dalmazia per Venezia. 

Dall'inizio del conflitto tra Venezia e Roma, Dominis era stato interessaoi alla questione dei rapporti tra Chiesa e Stato. Dopo persistenti voci che egli era in preparazione di un documento contro la Curia, Dominis ? stato invitato a Roma per spiegare la sua posizione. Egli ha deciso di non rispondere, ma di cui, invece, per la Svizzera, dove ha scritto alla governo veneziano che aveva lasciato per timore di rappresaglie da parte della Inquisizione, quando tutto quello che volevo fare ? dire la verit?. 

Minacciati dalla Inquisizione, egli ? entrato in comunicazione con l'ambasciatore inglese a Venezia, Sir Henry Wotton, e subito doppo andato per il rifugio in Inghilterra nel 1616 dopo essere stato scomunicato dalla sua Arcidiocesi. Sulla sua strada, ad Heidelberg, ha pubblicato un violento attacco su Roma: "Cristiano scogli del naufragio" , poi ristampata in Inghilterra. Uno dei punti pi? interessanti in questo documento ? la confessione che lui aveva sempre voluto leggere letteratura vietata - ritenere che essa deve contenere alcune verit?. Tale vista ammirevole illustra l'indipendenza della mente.

Dopo la sua apostasia da Roma, ? arrivato a Londra  26 dicembre 1616 - l'anno di Shakespeare ? morto - con una spectaco benvenuto presso il re James I, andato sul patrimonio di Arcivescovo Abate di Canterbury. Il re ha invitato gli altri vescovi di pagare a lui una pensione, e gli aveva concesso la precedenza come Arcivescovo di Canterbury e York. Quattro giorni dopo l'arrivo, ? stato quinto posto accanto al re ci? significa, secondo il protocollo del tempo, che era quinto nella gerarchia dello Stato. Nel 1617 ? stato insegnato a Cambridge e Oxford. De Dominis ha scritto una serie di sermoni anti romana, ha pubblicato il suo lavoro principale, il "De Republica ecclesiastica contra Papae Primatum (stampe: vol. 1, 1617; vol. II, 1620, Londra, vol. III, 1622, Hannover), e ha preso parte, come assistente, alla consacrazione di George Montaigne, come Vescovo di Lincoln, 14 Dic., 1617. De Republica Ecclesiastica ? stata rivolta non solo Cfr. Pontificio contro la Chiesa e l'amministrazione, ma nei confronti di alcuni degli insegnamenti della Chiesa. Il suo messaggio centrale ? che la Chiesa dovrebbe essere riorganizzata su una base federalista, invece di essere strettamente controllato dal centro. Il libro ? stato acclamato in tutta Europa come un importante lavoro eccezionale di teologia e di un libro che tratta un duro colpo per l'autorit? di Chiesa cattolica. In quello stesso anno (1618), James I ha nominato a de Dominis il Maestro dei Savoia e nel 1619 Decano di Windsor. Mentre in Inghilterra, ha vissuto per pocco tempo in Occidente Ilsley, Berkshire.

      ? interessante notare che Dominis introdotto la parola "puritano" in inglese nel suo significato moderno, che ? stato utilizzato in precedenza solo in letteratura teologica e ha avuto un significato molto stretto.

      Era anche noto per il suo lavoro nel campo della fisica e l'ottica. Dominis condotto numero di esperimenti ottici con s? attrezzature fatto, per la maggior parte bocce di vetro riempiti con acqua. Nel 1611 ha pubblicato a Venezia un lavoro scientifico dal titolo: "Tractatus de radiis visus et Lucis in vitris, perspectivis et iride", che si occupa di lenti, telescopi, e l'arcobaleno. Ha spiegato la teoria del telescopio   e la phenomenom del arcobaleno. Ha scoperto propriet? della luce (rifrazione), spiegando cos? i colori dell'arcobaleno - la Teoria della arcobaleno, richiamando l'attenzione sul fatto che in ogni goccia di pioggia la luce subisce due rifrazioni e uno intermedio di riflessione. Sebbene non sia noto oggi, ? stato influenti tra i 17 ? secolo la comunit? scientifica.  In quel momento l'arcobaleno era stato studiato anche da Alessandro Afrodisia, R?ger Bacon, Teodorico di Freiberg e arabo Kamal Farisi. La stessa teoria de Dominis esce poi presentato da Cartesio in Meteores del 1637, ma egli non citare de Dominis, forse per timore di dannati destino (vedi sotto). In seguito le sue opere sono state esaminate da molti scolars.  Isaac Newtona e Christian Wolff ha elogiato il suo lavoro, mentre altri come Christian Huygens, Ruggero Boskovic e Joseph Priestley critised essa.  Isaak Newton nelle sue opere Ottica de Dominis considerato il primo ad avere sviluppato una teoria della convincente l'arcobaleno e lui citati due volte, ma deciso, che scolasti hanno dato troppo credito al Dominis e contestato a favore di Cartesio, perch? Dominis non spiegare la genesi della pioggia esterno prua.

      La sua teoria delle maree ( "Euripus tuo refluxu et de fluxu maris sententia") ? basata sul concetto di forza tra la Luna e la Terra, che ? stato poi fatto preciso in teoria di gravitazione di Newton. Sulla base del suo lavoro, la sua conclusione per quanto riguarda la questione del tempo, ? che la Terra era rotonda. Egli ha anche scoperto il fenomeno della diffrazione della luce bianca.

      Tuttavia, la sua principale preoccupazione era il problema della pace in Europa e la riforma della Chiesa. De Dominis costruita una significativa posizione nel dibattito sulla Chiesa unit?, questione che ha riceve una grande quantit? di ricerca di interesse e di recente. Gli scritti di MA de Dominis sono stati ampiamente conosciuto in tutta Europa e prontamente tradotti in molte lingue ( Latino, inglese, francese, tedesco e polacco) e hanno influenzato tutori della chiesa ortodossa orientale. Pertinenti lavori: Papatus Romanus, scogli del naufragio Christiano, De Republica Ecclesiastica controindicazioni Primatum Papae.

      Dopo sei anni di soggiorno in Inghilterra il suo legame con la Chiesa Anglicana e il re stesso raffreddato, anche se aveva dato la Chiesa anglicana uno dei pi? importanti dottrinale armi sempre. L'atteso spagnolo matrimonio del principe Carlo ha fatto reoccupato per la sicurezza della sua posizione in Inghilterra, e l'elezione di Gregorio XV (9 Febbraio, 1621), ancor pi?, cos? ha fatto  contatto con diplomati cattolica in Inghilterra e ha annunciato il suo desiderio di tornare a Roma. Alla fine ? stato autorizzato a derogare, ma il suo denaro ? stato sequestrato da uomini del re, e restaurata nel risposta ad un appello personale al re.

      Una volta fuori Inghilterra suoi attacchi alla Chiesa inglese sono i violenti, come fossero state quelle su Roma, in "Sui Reditus ex Inghilterra Consilium" (Parigi, 1623) ha recanted tutto quello che aveva scritto nel suo  "Consilium Profectionis" (Londra, 1616), dichiarando di aver deliberatamente mentito in tutto ci? che aveva detto contro la Roma. Dopo un soggiorno di sei mesi a Bruxelles ha proceduto a Roma. Egli era ricevuto a Roma, ha chiesto di ripetere la sua rinuncia entro il Cardinale e di pubblicare in forma di opuscolo. Questo completamente screditato lui, sia con l'inglese e gli altri protestanti, cattolici e con molti oppositori del potere papale. Il Senato veneziano vietata la distribuzione di  l'opuscolo nel territorio della  Repubblica. Il Pope Gregory XV protetto lui e lo ha aiutato finanziariamente, l'assegnazione di una pensione di lui, ma il Papa ? morto nel 1623 e di nuovo, Dominis ? entrato in conflitto con l'Inquisizione. E 'stato   finalmente in carcere nel 1624 e accusato di aver restituito alla sua eretica credenze. Egli si ? limitato al Castello di Sant Angelo e tre mesi di tempo per preparare la sua difesa, ma ? diventato  gravemente malato e mor? l'8 settembre 1624. Il suo caso ? continuato dopo la sua morte, egli ? stato dichiarato eretico recidiva, e il suo corpo bruciato insieme con i suoi lavori il 21 dicembre, 1624. sulla Piazza Campo di Fiori.
De Dominis ? il genio ingiustamente smarrita, un apostata ecclesiastico notevole e scienziato, come descritto nella Enciclopedia Britannica.

 Kristina Maskarin

base informazioni:

- The Galileo Project
- Project Canterbury, A Letter Sent by Antonio de Dominis to Cyril Patriarch of Alexandria
- The Catholic Encyclopaedia, Volume V
- Henry Newland, The Life and contemporaneous Church history of Antonio de D., Archbishop of Spalato
- Collection of works on Marco Antonio de Dominis and the scientific past of the island Rab
( Zbornik radova o Marku Antunu Dominisu i znanstvenoj prošlosti otoka Raba)
- Encyclopedia Brittanica
- Rapski zbornik
- I.Martinovic on scientific works of M.A. de Dominis (croatian only)



LIBRI - Amazon book:
  • A manifestation of the motives by Marco Antonio De Dominis
  • Marcus Antonius de Dominis Gospodnetic, Archiepiscopus Spalatensis,
  • Dalmatiae et Croatiae Primas, 1560-1624 by Nenad Grisogono
  • De Dominis, 1560-1624 :  Venetian, Anglican, ecumenist, and relapsed heretic, by Noel Malcolm
  • A proclamation with a briefe answer, 1611 by Joseph Cresswell



  • VEDERE ANCHE QUESTI PROGETTI;
  • http://www.lerotic.de/dominis/
  • project de Dominis at the Art academy Split
  •  
    ITA - Home Guida Sistemazione Nautica Turistico Foto Di noi

     
    © 1992. - 2013.   KRISTOFOR Tutti i Diritti Riservati. ---- Inviare richiesta: info@kristofor.hr  i suggerimenti o le osservazioni al Webmaster